Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for aprile 2012

Locandina italiana Quasi amici

– Quasi Amici – 2012 – ♥♥♥♥ –

di

Olivier Nakache e Eric Toledano

 

In un film come questo sarebbe stato molto semplice finire nella retorica o nel buonismo. Quello che, invece, i francesi Olivier NakacheEric Toledano non hanno fatto. Il loro Quasi amici è un perfetto connubio tra risate e commozione. Quel giusto mix di emozioni che porta alla riflessione. Due protagonisti  così diversi, il giovane Driss, nemico delle convenzioni e alla disperata ricerca di un sussidio per sopravvivere, e il miliardario paraplegico Philippe, elegante e un pò snob ma assolutamente privo di spontaneità. Due differenti modi di rapportarsi al mondo e alle emozioni che quasi per sfida (quella lanciata da Philippe di assumerlo in prova come suo badante) finiscono per scontrarsi inizialmente e alla fine per incontrarsi. Attraverso due interpretazioni straordinarie di François Cluzet e Omar Sy, lo spettatore sarà in grado di cogliere nei loro sguardi ogni singola caratteristica del loro scambio di esperienze. Lo sguardo di Philippe si sofferma ad osservare la forza fisica in ogni movimento delle braccia e delle gambe di Driss. Quello di Driss sulle parole e sul senso intellettuale della comunicazione di Philippe. E infine c’è l’ amicizia, quella perfettamente equilibrata dei due, che permette ad entrambi di guardare alla vita con coraggio. Egoismi e istinto di sopravvivenza si scambiano più volta di ruolo, fino a giungere al cuore dello spettatore che difficilmente si lascerà andare nei giudizi su quali siano i comportamenti buoni o cattivi messi in atto dai personaggi del film. La colonna sonora delicata e avvolgente di Ludovico Einaudi riesce ad amalgamare questa delicata opera facendo dei momenti privi di dialoghi una poesia di riflessioni interiori dei protagonisti. Un film equilibrato che permette di assegnare un immenso valore a quella caratteristica antica dell’ incontrarsi a metà nella relazione con l’ altro. Di saper cogliere il meglio senza abbandonare il proprio. C’è chi la chiama Integrazione. Chi invece la chiama Empatia. Ancora più semplicemente può definirsi Amicizia.

François Cluzet e Omar Sy protagonisti di Intouchables

(Lo Sport e la prestanza fisica di Driss)

François Cluzet (di spalle) e Omar Sy protagonisti di Intouchables

( L’ intellettualità e l’ arte di Philippe)

Read Full Post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: